Renewable Energy – Law Solutions

In vigore da ieri 8 Luglio 2010 la nuova Direttiva Europea sulle prestazioni energetiche degli edifici

Lascia un commento

È entrata in vigore ieri 8 luglio la Direttiva 2010/31/CE sulle prestazioni energetiche degli edifici. Pubblicata sulla Gazzetta Europea del 18 giugno 2010, la nuova direttiva sostituirà, dal 1° febbraio 2012, la Direttiva 2002/91/CE.
La nuova direttiva promuove il miglioramento della prestazione energetica degli edifici delineando un sistema di calcolo della prestazione energetica degli edifici comune a tutti gli Stati membri.
La direttiva dispone che i requisiti minimi della prestazione energetica dovranno essere fissati dai singoli Stati e dagli stessi aggiornati ogni cinque anni. Le nuove regole comunitarie di applicheranno agli edifici di nuova costruzione, esistenti e ristrutturati, e agli elementi dell’involucro edilizio e dei sistemi tecnici importanti per la prestazione energetica mentre “potranno” essere esclusi dall’applicazione delle stesse gli edifici tutelati; gli edifici adibiti al culto; i fabbricati temporanei, i siti industriali, le officine, gli edifici agricoli; gli edifici residenziali utilizzati meno di 4 mesi all’anno; i fabbricati indipendenti sotto i 50 m2.
La direttiva individua, quale obiettivo primario per tutti gli Stai membri, il raggiungimento entro il 31 dicembre 2020 della totale efficienza energetica degli edifici di nuova costruzione, definiti dalla norma comunitaria “edifici a energia quasi zero”. Per quanto concerne gli edifici pubblici la scadenza in questione è anticipata al 31 dicembre 2018.
Evidentemente, ogni Stato membro dovrà dotarsi di un Piano Nazionale sull’efficienza energetica degli edifici e predisporre, nell’ottica del perseguimento degli obiettivi comunitari, adeguati strumenti d’incentivazione e finanziamento.
Sul lato dell’attestazione energetica degli edifici, facciamo notare che:
– l’attestazione di efficienza energetica avrà durata massima 10 anni;
– non sarà obbligatoria attivarsi per una nuova attestazione ove sia già disponibile un certificato rilasciato sulla base della previgente direttiva 2002/91/CE.
Inoltre, il certificato di prestazione energetica dovrà essere mostrato, in caso di compravendita di un immobile (ma anche nell’ambito di una locazione) al potenziale acquirente e consegnato allo stesso prima della stipula del rogito.
A tal proposito, in caso di offerta in vendita o in locazione di edifici o unità immobiliari aventi un certificato di prestazione energetica, l’indicatore di prestazione energetica dovrà essere riportato in tutti gli annunci commerciali mentre negli edifici pubblici, il certificato di prestazione energetica dovrà essere esposto al pubblico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...