Renewable Energy – Law Solutions

Conto Energia Termico e cumulabilità

Lascia un commento

Pubblichiamo un contributo dell’Avv. Pasquale Silvestro dello Studio Legale Tonucci&Partners sulla questione dell’imminente entrata in vigore del Conto Energia Termico e sulle cumulabilità dello stesso con il sistema di promozione dell’efficienza energetica. Il commento è anche scaricabile dal sito della rivista online Green Business http://www.greenbusinessweb.it/2012/06/conto-energia-termico-serve-chiarezza-sulla-cumulabilita/
***
E’ questione di giorni, forse poche settimane, ma prima dell’estate dovrebbe entrare in vigore il decreto interministeriale sul Conto Energia Termico, che incentiverà la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e i recuperi termici. Il testo darebbe così una risposta alle sollecitazioni degli operatori del settore che sono in attesa del decreto fin dall’emanazione del D.lgs. n. 28/2011.
Il procedimento di emanazione del decreto ha avuto una notevole velocizzazione dopo il parere emesso dall’Aeeg (con delibera n. 182/2012/I/efr dell’8 maggio 2012) sullo schema di decreto che ha evidenziato come “Per il conseguimento degli obiettivi di sostenibilità al 2020, tenuto conto dei costi dei diversi strumenti, è conveniente privilegiare, nell’ordine ed entro i limiti del potenziale disponibile, le fonti rinnovabili per la produzione di energia termica, l’efficienza energetica e, solo successivamente, le fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica. Quest’ultima scelta è di gran lunga la più costosa, tanto più se attuata tramite impianti fotovoltaici con attuale tecnologia”.
C’è un passaggio del parere dell’Aeeg sul quale conviene soffermarsi ovvero quello concernente la necessità di ridefinire le modalità di raggiungimento degli obiettivi al 2020, aggiornando prima di tutto il Piano Nazionale dell’Energia. Gli schemi di decreto sulle rinnovabili elettriche non fotovoltaiche e sul Quinto Conto energia, sostiene l’Autorità, “continuano a riguardare la sola produzione elettrica da fonti rinnovabili e sono stati proposti in totale assenza di una revisione degli obiettivi complessivi e delle relative strategie per il loro raggiungimento”.
Sul punto, una delle probabili conseguenze della mancata ridefinizione delle modalità di raggiungimento degli obbiettivi 2020, unitamente ad una politica legislativa che difetta di coordinamento tra i vari interventi normativi settoriali (nonostante il poco riuscito tentativo del D.lgs. n. 28/2011), è che con l’entrata in vigore del Conto Energia Termico potrebbe verificarsi una probabile confusione, in termini di cumulabilità, con il sistema di promozione dell’efficienza energetica per eccellenza ovvero i titoli di efficienza energetica.
Potrebbe infatti essere difficile individuare i confini tra i due strumenti, ossia il conto energia termico e i titoli di efficienza energetica, la cumulabilità dei quali con altri incentivi è tuttora un ambito definito assai vagamente.
Già con l’introduzione del D.M. 5 settembre 2011 sulla cogenerazione ad alto rendimento, il legislatore si è preoccupato di intervenire sulla questione disponendo che i titoli di efficienza energetica non sono cumulabili con:
– il conto energia fotovoltaico,
– la tariffa onnicomprensiva,
– i certificati verdi e gli
– altri meccanismi dedicati alle fonti rinnovabili.
Per esempio, nel caso della cogenerazione ad alto rendimento alimentata da fonti rinnovabili entrati in esercizio tra il 2008 e il 2012, se gli impianti accedono già alla Tariffa onnicomprensiva o ai Certificati Verdi, non possono ottenere anche i titoli di efficienza energetica. Le soluzioni sono diverse. Gli impianti suddetti potranno essere ammessi alla concessione di titoli di efficienza energetica solo per la produzione del calore cogenerato e non per l’elettricità.
Peraltro già il D.lgs. n. 387/03, all’articolo 18, comma 1 disponeva che “La produzione di energia elettrica da impianti alimentati da fonti rinnovabili e da rifiuti che ottiene i certificati verdi non può ottenere i titoli di efficienza energetica”.
Il rischio di generare incertezza della interpretazione dei confini di cumulabilità del sistema di promozione che sarà introdotto con il Conto Energia Termico con il meccanismo dei titoli di efficienza energetica rappresenta una circostanza evidenziata dalla stessa Autorità nel parere suddetto. Staremo a vedere, fiduciosi, se il testo che entrerà in vigore avrà recepito i suggerimenti descritti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...