Renewable Energy – Law Solutions

Romania: notizie dal fronte…Rinnovabili

2 commenti

Sembra proprio che l’annosa vicenda delle probabili modifiche normative all’attuale quadro regolatorio delle rinnovabili in Romania sia destinata a passare attraverso un’ulteriore bozza di proposta di legge, diversa in parte da quella fatta circolare incautamente nei giorni scorsi e che ha gettato nel panico gli investitori del settore.

Infatti le posizioni espresse in questi giorni dalle autorita’ (in)competenti lasciano trasparire differenti vedute non tanto sugli obbiettivi che restano chiari dopo il report dell’ANRE del 29 marzo scorso quanto sugli strumenti e sulla tempistica.

Al di la’ della sostanza delle modifiche che saranno apportate, vi e’ chi in ambito ANRE, anche quest’oggi in via ufficiale sui principali quotidiani, ha sostenuto con forza la necessita’ di intervenire con le riduzioni sulla base dello schema normativo oggi in vigore ovvero dal 1 gennaio 2014 per il fotovoltaico e dal 1 gennaio 2015 per le altri fonti, tutelando cosi’ gli investimenti in via di completamento che fanno legittimo affidamento sul quadro normativo in vigore.

C’e’ poi chi, invece, non preoccupandosi delle conseguenze anche “giudiziarie” che potrebbero essere determinate da un intervento con effetti in qualche modo retroattivi (e putroppo tra questi si annovera il Ministro Nita), vorrebbe un’applicazione immediata della normativa.

Ora, noi abbiamo letto la bozza anonima (perche’ senza alcuna intestazione ufficiale) pubblicata su minind.ro, anche tardivamente rispetto alle segnalazioni contenute in svariate newsletters inviate nella mattinata del 3 aprile scorso; ebbene la bozza cosi’ come impostata contiene almeno tre disposizioni che non passerebbero, anche ad un’analisi superficiale, il vaglio dell’Antitrust romeno. Dopodiche’ sugli strumenti, siamo convinti che la formula del “congelamento” dei CV potrebbe anche essere accolta a patto che il regolamento di restituzione degli stessi al 31.12.2016 venga approvato in seno allo schema di decreto suddetto. Infatti, il confine tra diritto ed aspettativa non e’ poi cosi’ labile!

Nella giornata giornata di lunedi’ vi saranno importanti novita’ e Vi terremo aggiornati!

Per qualsiasi esigenza, contattateci ai seguenti indirizzi:

bucharest@tonucci.com

padova@tonucci.com

psilvestro@tonucci.com

 

 

2 thoughts on “Romania: notizie dal fronte…Rinnovabili

  1. Buongiorno, non vedo le novità annunciate: stanno dibattendosi tra una fuga dal fotovoltaico e i conti che non tornano?

    • Buongiorno,

      nelle ultime settimane abbiamo lavorato ad un documento presentato al Ministero dell’Energia in relazione alle criticità a nostro avviso ravvisabili nella bozza di ordinanza d’urgenza pubblicata il 3 aprile scorso. L’8 maggio dovrebbe essere ufficialmente annunciato dal Governo quale sarà il tenore del nuovo provvedimento legislativo il quale, con ogni probabilità, recepirà le osservazioni presentate dall’intera comunità internazionale nel settore sulla illegittimità di talune disposizioni in esso contenute.

      Sul fronte novità “positive”, ufficiosamente, Le posso dire che l’Anre ha approvato la normativa secondaria sugli impianti fino ad 1 MW che prevede un sistema di feed in tariff. Il testo è stato notificato alla Commissione europea di cui si attende il riscontro a breve. Non appena pervenuto, il tutto avrà una veste ufficiale. Se interessato, non esiti a contattarmi anche via mail a psilvestro@tonucci.com Un cordiale saluto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...