Renewable Energy – Law Solutions

Fotovoltaico Romania: riduzione del numero di Certificati Verdi dal 1 gennaio 2014

Lascia un commento

Nella Gazzetta Ufficiale n. 788/16.12.2013 è stata pubblicata la Decisione Governativa n. 994/2013 contenente le misure di riduzione del numero di certificati verdi (di seguito anche “CV”) previsti dall’art. 6, comma (2), lett. a), c) e f) della Legge n. 220/2008 sul sistema di promozione della produzione di energia da fonti rinnovabili (DG 994/2013”).

Le misure di riduzione riguarderanno gli impianti che al 31.12.2013 non avranno ricevuto l’accreditamento definitivo da ANRE, almeno questa sembra essere l’interpretazione maggioritaria.

Ad uscirne con le “ossa rotte” e’ stato il comparto fotovoltaico che vedra’ dimezzato il numero di CV che saranno 3 per ciascun 1 MWh dal 1 gennaio 2014.

A cio’ si aggiunga che nella giornata di ieri la Camera dei Deputati ha discusso ed approvato, convertendo in legge l’OUG 57/2013, il sistema dell’overcompensation. Non si sa ancora molto perche’ sarebbero state introdotte modifiche in corso di conversione, ma in molti cominciano ad interrogarsi sulla cumulabilita’ del meccanismo suddetto con la riduzione dei CV che non era esclusa, per quanto non espressamente prevista, nella precedente versione.

In queste ore sono tantissimi coloro i quali, aziende che molto hanno investito negli ultimi 2 anni, hanno  conferito mandato al nostro studio al fine di attivarsi in tutte le forme procedurali previste dalla legge rumena per tutelare le loro posizioni.

In particolare,  il caso piu’ rilevante e diffuso e’ relativo alle situazioni in cui, a causa dei ritardi nei processi deliberativi in sede di accreditamento definitivo da parte di ANRE, non sempre imputabili agli operatori privati ma anche all’Autorita’ stessa o a terze Pubbliche Amministrazioni alle quali sono stati richiesti chiarimenti su eventuali nulla osta rilasciati, gli operatori rischiano, pur avendo le carte in regola fin dalla richiesta di accreditamento, di perdere il treno dei 6 CV e di essere travolti dalla riduzione a 3 del numero dei CV.

A nostro avviso sarebbe auspicabile un intervento in extremis (entro il 31.12.2013) del Governo che modificasse:

–          il discrimine procedimentale rispetto al quale considerare l’applicazione del nuovo regime di promozione ovvero far salvi gli impianti per i quali alla data del 1 gennaio 2014 e’ stata gia’ presentata la richiesta di accreditamento definitivo all’ANRE;

–          laddove non fosse accettabile nell’ottica del legislatore quanto sopra, sarebbe quantomeno auspicabile una proroga di 6 mesi circa l’entrata in vigore del nuovo sistema che approvato ieri incide su procedimenti di accreditamento ANRE in corso visto che entrera’ in vigore tra 2 settimane.

In generale, siamo convinti che sia l’intera impostazione di legge sulle procedure di accreditamento dell’ANRE ad essere sbagliata in quanto ANRE sta mutando geneticamente la propria natura da soggetto pubblico che dovrebbe ricevere e valutare documenti previsti dalle norme applicabili, anche tecniche, ad una sorte di GIUDICE ULTIMO che, con un grado di discrezionalita’ dubbio e discutibile, richiede chiarimenti su atti emessi da enti locali in base a procedure legittime e nell’assoluto ambito di precisi schemi normativi, aumentando in modo considerevole i tempi di valutazione.

Come i piu’ ricorderanno, in Italia, per quanto discutibile, il GSE ha sempre smarcato il problema effettuando controlli a posteriori e, laddove rilevava criticita’, sospendendo l’erogazione della tariffa incentivante con ogni conseguenza, anche di natura penale in alcuni casi, sul destino dell’impianto e dei soggetti responsabili.

In Romania, invece, il legislatore pretende che l’ANRE, che gia’ in sede di rilascio dell’autorizzazione “de infintare” effettua un’approfondita valutazione dei documenti autorizzatori, faccia miracoli sui tempi dell’accreditamento ponendo l’operatore nelle mani della ontologica inefficienza delle Pubbliche Amministrazioni (come in Italia peraltro) e con il rischio concreto di vedere mortificato l’investimento.

Vi terremo aggiornati sulle attivita’ che stiamo ponendo in essere in questi giorni.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...